TOP

Catalogo

Era(la)Montecatini

18,00 17,10

a cura di Marco Andreani e Arianna Zaffinianno 2020128 pp.
ISBN: 9788861561847 Categoria: Tag: , , , , , , ,

Nato dalla collaborazione tra Macula – Cultura fotografica e ISIA Urbino, il catalogo raccoglie i materiali della prima edizione di Foto Archivi – Pesaro Memoria Aperta dedicata alla ex fabbrica Montecatini, con più di 150 fotografie fra immagini d’epoca e contemporanee.

 

Descrizione

Nata nel 1917 come filiale strategica della casa madre milanese e demolita nel 1988, la Montecatini di Pesaro ha costituito una delle più grandi realtà industriali della provincia pesarese nel campo della metalmeccanica e dei lavori di fonderia, con prodotti esportati in tutto il mondo. Gli stabilimenti sorgevano su un’area di 45.000 metri quadri a ridosso del centro storico, la stessa che oggi ospita un centro commerciale e una zona residenziale. Il volume ricostruisce le vicende della Montecatini del dopoguerra a partire dalle diverse centinaia di fotografie d’epoca e documenti raccolti dall’Associazione Macula fin dal 2012, a cui si aggiungono i materiali conservati presso la Biblioteca Oliveriana di Pesaro e le testimonianze di decine di ex dipendenti.
Alcuni giovani autori dell’ISIA di Urbino hanno operato una rilettura in chiave contemporanea delle immagini d’archivio. Attraverso un serrato confronto con le dinamiche che permeano oggi gli stessi luoghi in cui sorgeva ieri la Montecatini, ci offrono un interessante spaccato delle trasformazioni urbanistiche e socio-economiche che hanno coinvolto Pesaro e i suoi cittadini negli ultimi decenni. I testi di approfondimento di studiosi appartenenti a diversi ambiti disciplinari consentono infine di collocare la vicenda in un più ampio contesto storico e di considerare l’intero progetto alla luce della funzione centrale che la fotografia riveste nell’ambito della documentazione di impresa e del lavoro, così come delle pratiche e dei linguaggi artistici contemporanei.

Saggi di Marco Andreani, Paola Binante, Andrea Girometti, Marco Labbate, Lucia Miodini e Arianna Zaffini.

Progetti fotografici di Samantha Bertulli, Riccardo Cecchetti, Nicola Di Giorgio, Mattia Fabbri, Francesca Magrini, Claudia Professione, Paola Pulli, Stefano Simoncelli, Alessandro Truffa e Stefano Veschi.

Autori

Marco Andreani è Ricercatore e storico della fotografia. Si è occupato dei rapporti tra letteratura e fotografia, riviste illustrate e teorie del fotografico. Nel 2009 ha conseguito il Dottorato di Ricerca all’Università di Parma svolgendo ricerche sui fotografi marchigiani Mario Giacomelli e Luigi Crocenzi, in parte confluite nel volume Enlightening Encounters between Photography and Italian Literature (Toronto University Press, 2015). Per la Treccani (Dizionario Biografico degli Italiani) ha redatto le voci dei fotografi Mario Giacomelli, Franco Pinna e Carlo Naya. È tra i curatori e gli autori dei volumi Photography as Power: Dominance and Resistance through the Italian Lens (Cambridge Scholars, 2019) e Mario Giacomelli. Giacomo Leopardi, L’Infinito, A Silvia (Silvana Editoriale, 2019). È tra i fondatori del centro Macula – Cultura fotografica di Pesaro, dove è docente e responsabile d’archivio.

Paola Binante, fotografa e artista, è docente di Fotografia presso l’Accademia di Belle Arti di Bologna e Coordinatrice e docente del corso specialistico in Fotografia all’ISIA di Urbino. Si diploma in fotografia all’Istituto di Stato per la Cinematografia e la Televisione R. Rossellini, successivamente si laurea in Storia del Teatro alla Sapienza di Roma e in Decorazione all’Accademia di Belle Arti di Roma, poi in Comunicazione e Didattica dell’Arte a Bologna. Ha collaborato con artisti, gallerie e musei e ha all’attivo numerose e importanti pubblicazioni. Ha tenuto mostre personali e collettive in Italia e all’estero tra cui: XIV Quadriennale di Roma, 2004; “Smack” Brewery Project, Los Angeles-USA, 2005; “Natura e Metamorfosi”, Shanghai e Beijing, 2006; “Experimenta – Collezione Farnesina Giovani”, Ministero degli Affari Esteri, Roma (2008, 2010); “Generazioni, pluralità del femminile”, Museo di Roma in Trastevere, 2014; “De rerum natura. Omaggio a Nino Migliori”, Palazzetto Eucherio San Vitale, Parco Ducale di Parma, 2017; “Spiriti. Otto fotografi raccontano Giancarlo De Carlo a Urbino”, Galleria Nazionale delle Marche, Urbino, 2020.

Andrea Girometti è Dottore di ricerca in Economia, Società, Diritto (indirizzo socio-politico) presso l’Università Carlo Bo di Urbino. Svolge attività di ricerca presso l’Istituto di Storia Contemporanea della Provincia di Pesaro e Urbino, collabora con il Laboratorio di Studi Politici e Sociali (Università di Urbino) ed è membro dell’Associazione culturale Louis Althusser. Recentemente ha pubblicato La Casa del popolo di Montegranaro. Oltre cinquant’anni di storia (AGE, 2018), Per un nuovo movimento sociale europeo: un’utopia (ir)razionale? Note sull’ultimo Bourdieu («The Lab’s Quarterly», 3, 2019), Dalla contestazione alla gestione dello status quo. Cinquant’anni di giovani e politica in Italia 1968-2018 (con Elisa Lello), in Giovani e società in Italia tra XX e XXI secolo, a cura di L. Gorgolini e L. Gobbi (Il Mulino, 2020), Il reale è relazionale. Studio sull’antropologia economica e la sociologia politica di Pierre Bourdieu (Orthotes Editrice, 2020).

Marco Labbate è Dottore di ricerca in Storia dei partiti e dei movimenti politici e assegnista di Storia contemporanea presso l’Università Carlo Bo di Urbino. È vicedirettore dell’Istituto di Storia contemporanea di Pesaro e Urbino e nella commissione scientifica dell’Istituto regionale per la storia del movimento di liberazione nelle Marche. Collabora con il Centro studi Sereno Regis di Torino ed è nella redazione della rivista «Storia e problemi contemporanei». Ha pubblicato due monografie: Là sotto nell’inferno. Da Pesaro a Marcinelle (Ediesse, 2016) e Un’altra patria. L’obiezione di coscienza nell’Italia repubblicana (Pacini, 2020).

Lucia Miodini è PhD in Storia dell’Arte, responsabile delle Sezioni Progetto e Media del Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma. A partire dal 2000 ha insegnato Storia dell’Architettura Contemporanea e Storia della Fotografia all’Università di Parma e tenuto corsi in diversi atenei (tra cui IULM, Politecnico di Milano). Dal 2009 insegna Storia della Fotografia all’Università ISIA di Urbino, dove ha coordinato la laurea Triennale in Progettazione Grafica e Comunicazione visiva. È membro di numerosi Comitati Scientifici (Centro Italiano della Fotografia d’Autore di Bibbiena, Archivio Cesare Leonardi, Fondazione Nino Migliori, Premio “Tempo ritrovato Archivi da non perdere”, collana Contrappunti del Centro Studi Movimenti di Parma) ed è membro del Consiglio Direttivo della Società Italiana per lo Studio della Fotografia. Nel 2012 le è stato attribuito il Trofeo Nazionale per la Critica. Ha partecipato a convegni nazionali e internazionali, curato mostre di fotografia, pubblicato numerosi saggi e volumi monografici.

Arianna Zaffini è Archivista libero professionista. Laureata in Conservazione dei beni culturali all’Università di Urbino Carlo Bo e diplomata alla Scuola di Archivistica, paleografia e diplomatica dell’Archivio di Stato di Modena, dal 2003 si occupa di riordinamento e inventariazione di archivi storici pubblici e privati e di catalogazione di archivi fotografici. Ha collaborato con il Centro per la ricerca e lo sviluppo di Metodologie e Applicazioni per gli Archivi Storici del Consorzio Roma Ricerche, l’Istituto per la Storia del Risorgimento italiano di Roma, l’Università degli studi di Urbino, la Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, la Fototeca provinciale di Fermo, la Soprintendenza archivistica per le Marche. Per conto dell’Istituto Centrale per gli Archivi di Roma ha svolto la revisione e l’implementazione della banca dati SIAS – SIUSA per i patrimoni dell’Archivio di Stato di Fermo e dell’Archivio di Stato di Pesaro È tra i fondatori del centro Macula – Cultura fotografica di Pesaro e attualmente collabora con l’Ente Olivieri – Biblioteca e Musei Oliveriani.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Era(la)Montecatini”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rassegna Stampa

Foto e storia, c’era una volta la Montecatini. Una mostra per ricordare la grande fabbrica di Luigi Diotalevi, il Resto del Carlino, 18 dicembre 2020.

Mostra omaggia la Montecatini, simbolo industriale della città di Elisabetta Marsigli, Corriere Adriatico, 18 dicembre 2020.

Pesaro, la storia della fonderia Montecatini negli scatti d’epoca di Luigi Benelli, CentroPagina Cronaca e Attualità, 18 dicembre 2020.

Dalle immagini della storica fonderia Montecatini parte la prima edizione di Foto Archivi Pesaro Memoria Aperta, PU24 (quotidiano di informazione online), 17 dicembre 2020.

Era(la)Montecatini. Dal 17 dicembre al via la prima edizione di ‘Foto-Archivi_Pesaro Memoria Aperta’, dedicata alla storica fonderia, Comune di Pesaro.