TOP

Intervista a Giancarlo Iacchini, autore di PILLOLE DI FILOSOFIA

GIANCARLO IACCHINI, DOCENTE DI STORIA E FILOSOFIA AL LICEO CLASSICO DI FANO, RACCONTA LA GENESI DEL SUO VOLUME PILLOLE DI FILOSOFIA. LA STORIA DEL PENSIERO IN 100 MINI-LEZIONI (2022).

Chi è Giancarlo Iacchini? Parli un po’ di lei e di cosa si occupa

Insegno da 35 anni storia e filosofia al Liceo Classico di Fano; inoltre ho lavorato per un lungo periodo nella redazione di un giornale locale, come giornalista pubblicista.

Perché ripercorrere la storia del pensiero filosofico attraverso delle mini-lezioni?

Per individuare e comprendere più facilmente i concetti essenziali e le idee importanti che i filosofi hanno proposto nel corso dei 25 secoli di storia della filosofia. Credo che la sintesi, facendo chiarezza su molte questioni considerate (spesso a torto) complicate o astruse, possa poi invogliare l’analisi e l’approfondimento personale delle tante questioni che nel mio libro – per ovvie ragioni di spazio – sono appena accennate e sfiorate.

Quanto è importante far conoscere ed insegnare la storia della filosofia?

Non lo dico per interesse o “deformazione” personale, ma trovo assurdo che la filosofia venga insegnata soltanto nei Licei; e che per giunta, perfino nei manuali scolastici, si senta il bisogno di spiegare “cos’è”. Se nessuno si meraviglia che ci sia una storia (dei FATTI o degli eventi) non si capisce perché debba risultare “strana” una storia dei PENSIERI e delle IDEE. Tanto più che pensiero e azione sono sempre strettamente collegati fra loro!

Un messaggio per i lettori di Metauro Edizioni

Avete fra le mani un oggetto esteticamente bello (per l’ottima grafica e impaginazione), il cui contenuto è naturalmente opinabile ma nasce da tanti anni di insegnamento di fronte a centinaia di studenti, che l’hanno trovato istruttivo, convincente e piacevole. Ed ammesso che il sottoscritto ci sia riuscito, è scritto in modo chiaro e divulgativo, anche qualche volta ironico e scherzoso ma sempre mantenendo il necessario rigore e la massima precisione concettuale.

Scrivi un Commento